Dott. Ciro Trotta Consulenza di Direzione Aziendale
Dott. Ciro Trotta   Consulenza di Direzione Aziendale                             

Consulenza in materia di conformità al Decreto Legislativo n. 231 del 2001

Il modello di Organizzazione Gestione e Controllo, correttamente redatto, aggiornato e costantemente monitorato nella sua applicazione, costituisce la condizione necessaria per richiedere l’esenzione dall'applicazione delle sanzioni previste in tema di responsabilità amministrativa.

 

Lo studio, grazie anche alla collaborazione con studi legali esperti in questo settore, è in grado sia di predisporre e/o aggiornare  un modello redatto su misura per ogni singola azienda, sia di fornire adeguato supporto operativo nelle verifiche sulla corretta applicazione dello stesso, cosi come richiesto dalla giurisprudenza di merito, anche alla luce delle più recenti sentenze di Cassazione sul punto.  

L'attività di consulenza prevede:

  • Rilevazione ed Analisi delle attività a "rischio-reato", attraverso colloqui con i responsabili aziendali rilevanti
  • Valutazione dei presidi di controllo presenti in azienda
  • Predisposizione di procedure aziendali o loro integrazione
  • Redazione o Aggiornamento di Modelli commisurati alla realtà ed esigenze operative delle aziende
  • Assistenza metodologica ed operativa all'Organismo di Vigilanza per lo svolgimento delle attività di competenza
  • Formazione del personale
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Studio Consulenza Ciro Trotta, Via Carlo Arturo Jemolo 188/c, 00156 Roma; Partita IVA: 11980721002.

Il sito utilizza solo cookie tecnici, rispetto ai quali, ai sensi del Provvedimento del Garante dell’8 maggio 2014, non è richiesto alcun consenso da parte dell’interessato. Per ulteriori informazioni consulta la Pagina Privacy

Notizie recenti

 

21 maggio 2019

 

Pubblicato sulla G.U. il testo della L. n. 39/2019 contenente "Ratifica ed esecuzione della Convenzione del consiglio d'Europa sulla manipolazione di competizioni sportive, fatta a Magglingen il 18 settembre 2014". 

La legge, all'art. 5,  prevede l'inserimento nel D.Lgs. 231 dell'art. 25-quaterdecies (Frode in competizioni sportive, esercizio abusivo di gioco o di scommessa e giochi d'azzardo esercitati a mezzo di apparecchi vietati), in relazione alla commissione dei reati di cui agli articoli 1 (frodi in competizioni sportive) e 4  (esercizio abusivo di attività di giuoco o scommessa) della legge 13 dicembre 1989, n. 401

 

Visualizza il testo della Legge